Under16 B si rimette in carreggiata e muove bene la classifica - SM Kolbe
15763
post-template-default,single,single-post,postid-15763,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-17.0,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.5,vc_responsive

Under16 B si rimette in carreggiata e muove bene la classifica

Under16 B si rimette in carreggiata e muove bene la classifica

Condividi l'articolo:
Di nuovo in palla le “cerbiatte” alla seconda uscita in FIPAV
ASD Volley Arluno – A.S.D. San Massimiliano Kolbe 0 – 3  
(14/25 14/25 23/25)Campionato Provinciale FIPAV Milano-Monza-Lecco Pallavolo (U16F – Girone J) 
Arluno (MI) – 20 Ottobre 2018 17.00
Kolbe: 1 Pozzi Vittoria, 3 Leonardi Giulia (K),  8 Belloni Ilaria, 11 Bettinelli Chiara, 12 Marina Laura 13 Grimoldi Veronica, 14 Cavalli Marta (L), 16 Totè Martina, 19 Zucchetti Giulia, 22 Grimoldi Beatrice, 25 Calloni Chiara, 26 Nart Sofia
Allenatore: Farida Nasretdinova
LA SUGGESTIONE: ” .. come un colombo intorno a un pallone …  planando sopra boschi di braccia tese” (da “La collina dei ciliegi” – Lucio Battisti)

LA SINTESI:
In un bel palazzetto con gli spalti pieni soprattuto dei nostri tifosi, il riscaldamento presenta le avversarie in una tenuta da training arancio fiammante e delle schiacciate che non ci mettono a nostro agio.
Al primo giro di servizi la situazione si fa decisamente più chiara. Le ragazze si portano avanti in modo autoritario sino al 13-5 e mettono subito una zampa (o zoccolo) sul set senza lasciare spazio alle avversarie sino al 25-14 finale, frutto di una buona efficacia in attacco e in battuta.
Lo stesso canovaccio si ripresenta nel secondo set dove un atteggiamento un po’ più spavaldo e aggressivo delle nostre avversarie le avvicina sino al 15-10 frutto di un buon muro. Chi di muro ferisce di muro perisce e a quel punto la nostra difesa comincia a sporcare l’efficacia degli attacchi delle avversarie sino a raggiungere il catartico 25-14 con una schiacciata di prepotenza.
Nel terzo set rombano i motori di tutte le ragazze in panchina e cominciano alcuni cambi di formazione. La necessità di acquisire confidenza tra le ragazze portano le avversarie a mettere il naso avanti sino al 4-7, massimo vantaggio arlunese. L’orgoglio delle nostre White Sox e una ritrovata efficacia nel servizio ci riporta avanti al 15-12, momento in cui le luci dei nostri rincalzi vanno ad intermittenza sino al 17-20. Memori delle emozioni provate con le azzurre nella finale mondiale con la Serbia e dei nostri trascorsi nei tie-break, riusciamo a riprendere coraggio sino al 23-23, frutto di una battaglia sottorete.
Il match point ci viene fornito su un piatto d’argento dall’allenatore avversario che, con un una protesta veemente, riempie di rosso il cartellino del giovane arbitro. E’ un’altra schiacciata di prepotenza che chiude il match, mai veramente in bilico,
Le note positive vengono oggi dal punteggio e da alcui colpi efficaci da parte dei nostri attaccanti. Il nostro marchio di fabbrica, ovvero il muro, arriverà di nuovo ai suoi massimi con l’allenamento cosi come la gestione della ricezione, fondamentale per le partite più probanti … planando appunti come boschi di braccia tese.
Ufficio stampa Kolbe – divisione Volley / Luca Cavalli – Media by Leonardi/Grimoldi/Zucchetti
No Comments

Post A Comment