Under16 B conquista una importante vittoria a Cusago con cuore e "guts" - SM Kolbe
16137
post-template-default,single,single-post,postid-16137,single-format-standard,theme-bridge,bridge-core-2.0.3,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,columns-4,qode-theme-ver-19.1,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive

Under16 B conquista una importante vittoria a Cusago con cuore e “guts”

Under16 B conquista una importante vittoria a Cusago con cuore e “guts”

Condividi l'articolo:

 

Per la seconda volta le “cerbiatte” danno prova di resilienza e ci credono sino alla fine

A.S.D. Volley Visconteo Cusago – A.S.D. San Massimiliano Kolbe Bianca Legnano  2 – 3

(25/23 17/25 18/25 25/17 12/15)

Campionato Provinciale FIPAV Milano-Monza-Lecco Pallavolo (U16F – Girone J) 
Legnano (MI) – 13 Gennaio 2019 18.00

Kolbe: 1 Pozzi Vittoria (O), 3 Leonardi Giulia (S-K),  8 Belloni Ilaria (S), 11 Bettinelli Chiara (P), 12 Marina Laura (S), 13 Grimoldi Veronica (S), 14 Cavalli Marta (L), 16 Totè Martina (P), 19 Zucchetti Giulia (C), 22 Grimoldi Beatrice (O), 25 Calloni Chiara (C), 26 Nart Sofia (C), 38 Mara Federica (L)

Allenatore: Farida Nasretdinova

LE SUGGESTIONI: Bohemian Rhapsody (Queen)

IL COMMENTO: Arrivati nella palestra giusta, dopo aver cocciutamente cercato di entrare nella bella palestra del marzo scorso, ci siamo incamminati in una palestra di foggia completamente diversa, tipicamente scolastica, con spazi ristretti per giocatrici, arbitro e spettatori e luce insufficiente ad un reportage degno del match, il più bello e combattuto della stagione.

La partenza del primo set è poco incoraggiane in quanto la palla di Cusago è ancora più pesante, ci scalda i manicotti e ci tiene a distanza sino al 10-13. Qui l’arbitro ci viene in soccorso decretando il primo di tanti redditizi falli di posizione delle nostre avversarie. I nostri martelli riprendono coraggio e ci issano in vantaggio per 20-17. La sequenza di mosse finali degli allenatori portano Cusago a vincere al fotofinish un set raccolto dal bidone della spazzatura con beffa finale: dopo averci martellato per tutto il set, i pallonetti finali delle viscontee sono stati i punti decisivi.

Archiviato il set con qualche rammarico, le White Sox rimangono in linea di galleggiamento nel secondo set fino al 12 pari quando la specialità della casa (il muro che da solo ne vale cento) fornisce entusiasmo a mille, fino ad un convulso punto finale conquistato grazie ad un astuto bagher in stile “Crudelia DeMon” del nostro libero.

Rabbiosamente perso il secondo set, le viscontee iniziano di nuovo a martellare sino al 2-7, momento in cui la nostra tigre albina si smemorava dello spot del buon leone bianco del recente  film e suonava cattiva la carica a cui facevano eco e grancassa le nostre bande, variando notevolmente il gioco su tutti i lati del campo sino a confondere le carte in tavola per conquistare il terzo set.

La speranza di conquistare i tre punti ed operare il sorpasso si infrangono dopo l’8 pari del quarto set. Qualche errore di troppo nella finora spettacolare tenzone portano le avversarie a conquistare il quarto set e a mettere nel quinto set lo stesso sapore thrilling della sfida all’OK Corral.

Quinto set inizialmente in bilico e poi sfuggito come sabbia dalle mani sino al 7-11. Ma, come già detto altre volte, le nostre ragazze non sanno cosa significa resilienza perchè la praticano da sempre e, sfoderando un murone rinfrancante e il beneficio di un ennesimo fallo di posizione, inoculano il timore che non tutto sia finito. Paura di vincere del Cusago, errori, schiacciate con le ultime stille di forza e l’ultimo servizio ace del nostro capitano completavano il parziale di 8-1 in nostro favore, facendo finalmente giorire il nostro pubblico e dispiacere il numeroso e corretto pubblico avversario.

Sempre presente in panchina, al nostro fianco, il vero motore della nostra compagine ovvero il santino di Thomas Magnum (Magnum PI) in grado sorvegliare le operazioni e stimolare le ragazze e l’allenatrice ad dare il massimo.

Come la suggestione in oggetto è composta da cinque parti distinte, anche il nostro match non è voluto esser da meno. CI son voluto infatti 5 set combattutissimi per aver di nuovo ragione del sestetto di Cusago. Probablimente, per la nostra prima posizione in classifica, uno di troppo. Ci consoliamo con una vittoria in una partita che, a detta di molti, è stata degna di un girone di eccellenza a cui entrambe le squadre possono aspirare.

Ufficio stampa Kolbe – divisione Volley / Luca Cavalli – Media by Leonardi-Zucchetti

No Comments

Post A Comment