SM Kolbe | U18 Focol vs Kolbe: un bel derby macchiato dalla maleducazione
16077
post-template-default,single,single-post,postid-16077,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-17.0,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive

U18 Focol vs Kolbe: un bel derby macchiato dalla maleducazione

U18 Focol vs Kolbe: un bel derby macchiato dalla maleducazione

Condividi l'articolo:

l’U18 di coach Farida affronta il derby con la Focol con la consapevolezza che deve difendere la prima posizione in classifica e tenere a distanza le compaesane che occupano la seconda piazza a sole 3 lunghezze.

La partita inizia in salita con le ragazze Kolbe troppo “molli” e poco lucide, il primo set si gioca punto a punto e sul 10 pari il coach avversario mette un pò di pepe sull’incontro prendendosela con la nostra panchina per un punto assegnato alla kolbe: l’atleta biancorossa in battuta lancia la palla e la riprende in mano… protesta nostra e punto giustamente assegnato a noi dal direttore di gara che è costretto poi a scendere dalla sedia per sedare gli animi a suon di cartellini (con espulsione del loro dirigente).

La Kolbe chiude il primo set con soli due punti di distanza, quanto basta per far nuovamente perdere le staffe al coach avversario che da qui in avanti si disenteressa della sua squadra e inanella una serie di plateali e ridicole proteste e insulti rivolti alla nostra panchina.

Le nostre ragazze trovano la concentrazione e chiudono l’incontro con un meritato 3-0 contro una buona squadra che ha ben difeso e ben attaccato ma che ha avuto la sola sfortuna di essere stata letteralmente abbandanata dal suo coach che a fine partita, nel retro del palazzetto si lascia andare ad un siparietto condito da gratuiti e pesanti insulti che hanno portato ad una quasi scazzottata (evitata solo da dirigenti Kolbe e genitori Focol giustamente coalizzati nel tenere a bada le rispettive controparti coinvolte). Sceneggiate come queste fanno malissimo allo sport giovanile dilettantistico.

Niente da dire sulle ragazze biancorosse (sempre corrette ed educate sia in campo che fuori), ma un coach così, non lo auguriamo nemmeno al nostro più acerrimo “nemico”. Non saremmo certamente sorpresi (perchè non sarebbe la prima volta) se il racconto alla dirigenza Focol fosse “storpiato e rivoltato”… ma chi c’era sa… e se qualcuno della Focol volesse chiedere spiegazioni o altro, per la Kolbe c’era presente anche il presidente che ha assistito a tutto (partita e post partita) e che è a disposizione per eventuali scuse o spiegazioni.

ufficio stampa Kolbe – Divisione Volley / MBM

 

No Comments

Post A Comment