SM Kolbe | II cat: la Kolbe gioca a tennis il derby con la Robur
2253
post-template-default,single,single-post,postid-2253,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-17.0,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive

II cat: la Kolbe gioca a tennis il derby con la Robur

II cat: la Kolbe gioca a tennis il derby con la Robur

Condividi l'articolo:

Ed eccoci al secondo derby stagionale, il primo, vinto con il Canazza per 3-1 e questo contro la Robur ancora tutto da giocare. Sulla carta il divario tra le due squadre sembra evidente ma si sa, un derby è sempre un derby….

Dopo 5 minuti di gioco è Viganò a saltare in velocità i difensori e a trovarsi sui piedi un buon pallone che però non sfrutta a dovere, cosa che fa anche Rimoldi, a tu per tu con il portiere, si mangia letteralmente il gol del vantaggio. Ma dopo pochi minuti entrambi si riscattano con Rimo che va più veloce di Flash e dal fondo fa partire un preciso assist per Viganò che da posizione tutt’altro che facile insacca.

Passano pochi minuti e Capitan Clerici viene atterrato in area, posiziona la palla sul dischetto e porta le reti del vantaggio a due prima che l’arbitro fischi la fine del primo tempo e mandi tutti a bere un tè caldo… 

Inizia il secondo tempo e dopo pochi minuti è Molteni ad essere presente sul filo della porta a sfruttare un ennesimo cross di un super Rimoldi: 3-0. Tutto sembra fatto ma Seif decide di riaprire i giochi, e dopo un paio di parate davvero superlative fa il bugiardo… grida mia ma non la prende sbagliando il tempo di uscita e gli avversari insaccano per il 3-1.

La Robur pensa di poter raddrizzare la partita ma lo fa nel modo sbagliato e inizia a giocare in maniera nervosa portando l’incontro sui binari della lotta libera e iniziando a fare interventi durissimi. Molteni viene costantemente atterrato, Jon Wayne Chierichetti non conta più gomitate e spintoni ricevuti (ma è grosso e insacca), Seif finisce l’incontro con i tacchetti di un avversario infilati nella tibia, Vanzulli  viene letteralmente investito dal diretto Robur – Legnano, e dopo aver visto tutte le stelle del firmamento girargli attorno alla testa si accomoda in panchina lasciando il posto a Mandelli, il portiere avversario se la prende inspiegabilmente con la nostra panchina ma poi vede Dembo corrergli incontro e cambia idea….. insomma si vede di tutto tranne che del buon calcio.

Ad un certo punto la Kolbe dice basta e segue l’esempio del cervo, simbolo dei bombers: tranquillo, potente e fiero sfodera le sue armi con eleganza senza scomporsi (la scena di Beppe resterà negli annali delle cose positive da lui fatte… ancora rido se ci penso) e sfodera le sue armi migliori (i goal) decidendo di mettere un freno a questo circo: Rimoldi, Rimoldi e Martini Ste (su assist di Rimoldi) mettono il sigillo ad un derby vinto su tutti i fronti e in tutti i reparti senza se e senza ma. Il terzo tempo offertoci dai nostri concittadini è stato un poco folkloristico… e anche qualcuno di noi a quel punto ha colpevolmente perso la pazienza…. ma bene così: Robur 1 – Kolbe 6… chi vince festeggia e chi perde se la racconta e spiega (o piange alla Buffon…e).

Domenica 19 ci aspetta una partita complicata contro la Virtus Cantalupo, una partita che, se vogliamo restare attaccati alla zona alta, dovremo assolutamente vincere! … e quindi TUTTI a tifare la prima squadra per spingerla ancora a volare la….dove osano le aquile….

Ufficio stampa Kolbe – divisione calcio

No Comments

Post A Comment