Allievi 2002 dilagano con la Vanzaghellese - SM Kolbe
2251
post-template-default,single,single-post,postid-2251,single-format-standard,theme-bridge,bridge-core-1.0.6,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,columns-4,qode-theme-ver-18.2,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive

Allievi 2002 dilagano con la Vanzaghellese

Allievi 2002 dilagano con la Vanzaghellese

Condividi l'articolo:

Allievi 2002 – S.M.KOLBE – Vanzaghellese 7-1 (P.T. 4-1)

Poteva sembrare una partita facile, il risultato mostra tanta differenza, ma giocare contro l’ultima in classifica è sempre difficile, vuoi per la tua concentrazione, vuoi per la voglia di riscatto degli avversari, vuoi perché negli ultimi anni la Vanzaghellese ci ha sempre castigato.

Infatti abbiamo vissuto i primi 5 minuti della partita un po’ in soggezione e la Vanzaghellese si è presentata 2 volte (anche se la prima in netto fuorigioco) a tu per tu con il nostro portiere e alla seconda è andata addirittura in vantaggio.

Questa volta però i ragazzi di Coach Gianazza non vanno in panico ma prendono campo e, quando riescono a far muovere il pallone velocemente senza tenerlo troppo nei piedi, diventano pericolosi; così su un lancio in diagonale il portiere in uscita tocca Previtali (forse) e l’arbitro ci concede un rigore che Lazzeri trasforma con freddezza.

L’allenatore avversario viene espulso per tenui proteste (forse decisione un po’affrettata del direttore di gara visto che gli avversari non avevano in panchina neppure un dirigente) ed i suoi giocatori perdono la bussola caratteriale per il resto dell’incontro.

Noi continuiamo a premere, non concedendo nulla in difesa e concludendo più volte; troviamo il secondo gol con Dattola di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo e con Previtali e Mendoza su lancio preciso che li fa presentare a tu per tu con il portiere avversario.

Iniziamo il secondo tempo sulla falsariga del primo, lasciando a loro il campo per almeno un quindicina di minuti. In questo periodo torniamo poco (come spesso accade) con le ali e filtriamo poco con i 2 attaccanti; in alcuni casi siamo costretti a fare fallo ed a concedere delle punizioni pericolose dal limite; per fortuna i centrocampisti centrali ed i 4 della difesa riescono ad arginare molto bene gli attacchi e gli sforzi residui degli avversari. Finalmente riusciamo a riprendere il pallino del gioco e sfioriamo il gol 2 volte con Lazzeri, ben lanciato dalla difesa che prova un pallonetto con un compagno libero sul dischetto del rigore e con Carraro che spara alto appena dentro l’area.

Finalmente arrivano: il 5° gol di Vignati bravo a crederci su un lancio che sembrava ormai perso e ed il 6° ed il 7° con il subentrato Rondanini: il primo di testa su calcio d’angolo ed il secondo in appoggio a rimorchio su un bel passaggio di Lazzeri da destra.

In conclusione: Buonissima partita dei ragazzi di coach Gianazza, 7 gol forse non li avevamo mai fatti, quando dialoghiamo, muoviamo il pallone basso e con velocità siamo sempre pericolosi.

MVP della partita: Tutta la difesa. Come in un 7 a 1 la difesa? Ottima la sua prova, spesso in inferiorità numerica se la cava con padronanza, ben oliata nei consueti meccanismi, riesce a gestire molto bene il cambio di un uomo infortunato, da sottolineare 3 soli palloni concessi agli avversari (2 almeno in netto fuorigioco) in tutta la partita, nessuna parata difficile del nostro portiere ed alcuni lanci precisi dalla trequarti per i quasi gol degli avanti.

Forza ragazzi ci aspettano 3 partite importanti per raggiungere il posto che ci spetta in classifica e le ultime 2 partite: una vittoria come questa ed una sconfitta di misura con la prima in classifica per 3 -1 (squadra che aveva fino a quel momento impallinato tutti gli avversari) ci danno quella continuità di prestazione che stavamo cercando.

La mossa risolutiva?

Il pubblico! Si era messo nella posizione sbagliata della tribuna poi, su invito del guardalinee, si è spostato nella consueta posizione: da quel momento non c’è stata più partita.

No Comments

Post A Comment