SM Kolbe | STEP BY STEP
2444
post-template-default,single,single-post,postid-2444,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-17.0,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive

STEP BY STEP

STEP BY STEP

Condividi l'articolo:

Inizio di stagione complicato per la prima divisione gialla, squadra che è cambiata molto rispetto allo scorso anno. Se alle difficoltà iniziali, dovute alla necessità di conoscersi e di trovare un’identità sul parquet, si sommano gli infortuni, i quali dall’inizio del campionato hanno letteralmente decimato gli atleti a disposizione di coach Cozzi, è presto spiegata la mancanza di punti in classifica.

Il lavoro in allenamento, la voglia di crescere e migliorarsi continuamente stanno iniziando a dare i primi risultati. Sabato 18 novembre il PalaDante ha finalmente ospitato una partita giocata con intensità dal primo all’ultimo possesso.

Il match è molto equilibrato. Nei primi due quarti Garegnano conduce sempre, sfruttando al meglio gli errori difensivi della squadra di casa. I punti nel pitturato ci permettono di restare a contatto e l’attaccare il canestro di Della ci regala più di un giro in lunetta, anche se non pienamente sfruttato dalla percentuale ai liberi. Garegnano va all’intervallo in vantaggio, ma Kolbe è pienamente in partita.

La difesa a zona schierata nel secondo tempo sembra funzionare e ora sono gli ospiti a inseguire. Ottimo è l’impatto dei due under 20 in maglia giallo-blu. Una tripla completamente inventata dal numero 4 avversario porta però Garegnano in vantaggio. Il tabellone segna 70-73 con poco meno di 2 minuti da giocare. Alcuni giri a vuoto in attacco, compensati da una buona difesa che fa commettere a Garegnano l’infrazione dei 24 secondi, fanno sì che l’ultimo possesso sia per la Kolbe. Rimessa in attacco, ma solo 4.5 secondi da giocare. Passaggio eseguito. Tiro da oltre i 6.75. La tabella corregge la traiettoria, ma il ferro dice no.

Lo spogliatoio racconta la delusione di non aver spezzato la striscia negativa, di non essere riusciti a portare a casa la prima vittoria della stagione. C’è anche una sensazione nuova: la consapevolezza di non aver mai smesso di lottare, di poterlo fare ancora, di poter fare di più.

ufficio stampa Kolbe – divisione basket

No Comments

Post A Comment