SM Kolbe | “Sangue, arena” e… gufate
3198
post-template-default,single,single-post,postid-3198,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-17.0,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive

“Sangue, arena” e… gufate

“Sangue, arena” e… gufate

Condividi l'articolo:

La prima squadra di calcio Kolbe, neo promossa in II categoria, non smette di stupire e ci regala una prestazione maiuscola contro la seconda in classifica, quel Gorla che era riuscito a batterci all’andata con un gol al 90esimo. La partita inizia nel peggiore dei modi per due motivi: il primo è che una nostra tifosa (di cui non facciamo il nome per la privacy….) prevede doppietta di Rimoldi e il secondo è che dopo solo 2 minuti di gioco il Gorla va in gol. Sembra tutto in discesa per la squadra di casa ma la Kolbe non ci sta e Ortica, con la fascia del NEW TEAM al braccio, incita i suoi ad alzare subito la testa e i ragazzi lo fanno alla grande. Nel primo tempo sono ben quattro le occasioni che i ragazzi hanno per andare in rete ma la gufata di pre partita pesa e Rimoldi ne sbaglia due e le altre non riescono davvero per un soffio. Prima del riposo è Clerici che si avventa su un calcio d’angolo e si arrota di testa insaccando per il momentaneo pareggio mantenuto fino al 45esimo anche grazie ad un paio di prodezze di Monsorno in versione Benji Price.

Il secondo tempo inizia con un Gorla nervoso che non imposta il ritmo e subisce quello della Kolbe ma purtroppo i Legnanesi non riescono a concretizzare le buone occasioni ed è ancora bravo Monsorno a sventare quelle avversarie. La difesa oggi fa da diga e il centrocampo è saldamente tenuto in mano da Clerici e Ferrero. La partita si scalda e il campo diventa un’arena. Su una punizione dal limite è però il Gorla che all’88esimo insacca… la storia si sta per ripetere ma i ragazzi non ci stanno e su un altro calcio d’angolo al 90esimo è Ferrero (in foto) a trovare lo specchio della porta siglando il 2-2. Gli ultimi minuti di recupero sono del Gorla che non riesce a trovare la porta e su una mischia in area Kolbe il loro centravanti si innervosisce e tira un fendente in pieno volto del malcapitato Martini che deve lasciare il campo con un taglio sullo zigomo (fortunatamente sul campo questa volta resta una lente a contatto e non un incisivo come un anno fa a Parabiago….). Espulso il giocatore del Gorla. Inutili e infantili le proteste dagli spalti degli spettatori avversari (mentre, episodio a parte, corretti i giocatori). Forse, a pensarci bene, si sarebbe arrabbiato chiunque….l’arbitro ha convalidato il regolarissimo gol del pareggio ma avrebbe potuto annullarlo inventandosi qualsiasi cosa… avrebbe dovuto capire la situazione, siamo a fine stagione, il Gorla che si gioca un’ importante posizione ai playoff, era l’ultimo minuto… insomma non ha letto bene la situazione e non ha capito chi aveva di fronte…forse ha la spazzatura al posto del cuore…. insensibile…

Scherzi a parte…. complimenti davvero al Gorla, squadra vera, corretta e ben organizzata, e complimenti alla Kolbe che ha dato l’ennesima dimostrazione che può giocarsela con chiunque, neo promossa e già in grado di giocarsela con le grandi… è così come abbiamo detto l’anno scorso… questa squadra, se ha pazienza e voglia, in pochi anni può davvero arrivare a volare la… #doveosanoleaquile.

Ufficio stampa Kolbe / Divisione Calcio

No Comments

Post A Comment