SM Kolbe | “quel che resta di”… torneo internazionale di Verona
16341
post-template-default,single,single-post,postid-16341,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-17.0,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive

“quel che resta di”… torneo internazionale di Verona

“quel che resta di”… torneo internazionale di Verona

Condividi l'articolo:

Si è conclusa, con il ritorno in terra Legnanese, la trasferta a Verona che vedeva la Kolbe schierare tre formazioni in tre differenti categorie: U13-U16-U18. Il torneo è nientemeno che il “trofeo Vildata” uno dei tornei internazionali più importanti a cui partecipano più di 60 squadre provenienti da tutta Italia oltre che da Slovenia, Turchia, Svizzera, Lituania e Stati uniti. La conclusione del torneo è stata favolosa perché ha visto le nostre squadre partecipanti tutte schierate in tribuna a tifare per la prima squadra impegnata nella finalissima che, con una partita strepitosa, ha vinto!! (categoria U18)… ma questa è stata “solo” la magica conclusione del torneo, e dell’impresa delle ragazze avranno modo di parlarne i giornali…. la nostra sintesi vuole essere un resoconto rapido di questi 3 giorni che resteranno nelle menti e nei cuori di tutti quelli che hanno partecipato!

Come dimenticare cose tipo… la partenza, la nutella sul pulmino, i cellulari sequestrati a tavola (come sempre…), le camere riadattate a lavanderie, i cori sul pulmino del ritorno, i massaggi al collo al ristorante, il panino (buono) sparito di capitan Cuzza, la colazione del mattino con dolce/salato/dolce, il super tifo in finale, “il campo è quello rosso” (che ha portato benissimo visto l’ultimo punto della gara), il tifo scrivendo KOLBE con i propri corpi, sosta per pipì urgente… anzi no non è più urgente, l’attenzione dell’albergo al venerdì Santo, l’emozione della U13 a partecipare al loro primo torneo “fuori porta”, l’ingresso al palazzetto al grido “su le mani chi tifa Kolbe”, l’amicizia stretta con le altre squadre, il ragazzo che giocava con una squadra U13, le dormienti fotografate sull’autobus, le “fughe” serali prontamente beccate dai vigilante Andrea e Mauro… ma il top è stato scoprire che la 18 avrebbe giocato contro una squadra di Venezia i cui abitanti sono naturalmente i Venezuelani….

Insomma, come detto delle partite ne parleremo nel dettaglio nei prossimi giorni, per ora quel che resta di Verona è l’emozione di aver ancora una volta condiviso con atleti, dirigenti, accompagnatori, genitori, allenatori un’altra bellissima esperienza.

In contemporanea l’U13 maschile partecipava al torneo di Cesenatico e, siamo pronti a scommettere, stesse emozioni e stesse grandi cose da raccontare.

Grazie di cuore a tutti e….alla prossima avventura!!!

Ufficio stampa Kolbe – Divisione Volley

 

 

No Comments

Post A Comment