3a Divisione - Under 17 : il riscatto è un piatto da servire freddo - SM Kolbe
17291
post-template-default,single,single-post,postid-17291,single-format-standard,bridge-core-2.0.3,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-19.1,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-6.4.1,vc_responsive

3a Divisione – Under 17 : il riscatto è un piatto da servire freddo

3a Divisione – Under 17 : il riscatto è un piatto da servire freddo

Condividi l'articolo:
3a Divisione – Under 17 :  il riscatto è un piatto da servire freddo

Derby vissuto con la grinta e la concentrazione giusta nel “medio gioco” dopo un opaco venerdi
A.S.D. San Massimiliano Kolbe Legnano – Progetto Volley Lainate 1 – 3
(23/25  25/18  26/28 14/25)
Milano (MI) – 28 Maggio 2021 20.30  Coppa Italia FIPAV 3a Divisione Girone D Milano-Monza-Lecco
G.S. Fo.Co.L. Volley Legnano – A.S.D. San Massimiliano Kolbe Legnano Bianca 0 – 3
Legnano (MI) – 30 Maggio 2021 10.30 Campionato Under 17 Tabellone B – Girone ZI Milano-Monza-Lecco
Kolbe: 1 Cigagna Rebecca (P), 3 Leonardi Giulia (S-K), 6 Farhanghi Alice (O), 8 Belloni Ilaria (C), 9 Nava Sofia (S), 12 Fogagnolo Giorgia (P), 13 Grimoldi Veronica (S), 14 Cavalli Marta (L), 19 Fogagnolo Alice (S), 22 Grimoldi Beatrice (O), 28 Orlandi Marcella (C),  38 Mara Federica (L), 93 Radrizzani Marta (C)
Allenatore: Farida Nasretdinova
IL COMMENTO DEL VENERDÌ

Nell’imminenza del prolungamento del coprifuoco, le nostre atlete e le avversarie (di poco più mature) devono aver pensato seriamente di affollare le discoteche della zona per una serata di danze e cocktail analcolici. Dopo i primi due set giocati un po’ trotterellando da ambo le parti, senza mettere in campo la cattiveria di chi ha fretta di vincere, le nostre #aquile si ricordavano di graffiare e di mettere le mani su un match alla nostra portata e si issavano sul 23-20 nel terzo set. Di colpo si spegneva la luce in campo e dopo un saliscendi di paure e pallette, Lainate metteva il naso avanti di un’incollatura e si portava sul 2-1 con un po’ incredulità di fronte a tanta generosità. Il quarto set invece era sintomatico dei primi caldi e, timorose come di fronte alla interrogazione di recupero all’ultimo giorni di scuola, le nostre si consegnavano mani e piedi alle avversarie che senza strafare portavano a casa una vittoria che faceva il paio con il set più dimesso della stagione.

Basterà la sfida-derby di domenica contro molte compagne dell’anno scorso o contro la propria ex-squadra e dissotterrare l’ascia di guerra e brandire ruggendo il tomahawk ? Lo sapremo tra poche righe.
LA SUGGESTIONE: “Thank God it’s Friday”-  inno disco anni ’70 dal film omonimo (Love & Kisses)
IL COMMENTO DELLA DOMENICA

Dopo una sveglia di buon ora con colazione corroborante, il prepartita prevede un piccola rivoluzione nella formazione per il ritorno di “El Capitan” e la contemporanea assenza del capitano di Coppa causa vaccinazione Covid, compensata dall’ingaggio di forze fresche ed esperte della nostra “Serie C”. Lo scontro tra le formazioni risulta pepato quanto basta e con più di un ingrediente a rendere interessante la sfida: un derby che, anche se fatto tra squadre affiliate alla stessa “franchise”, vede di fronte due storiche antagoniste con la trasfusione in entrambe le squadre di elementi che l’anno prima avevano giocato nelle fazioni opposte e perciò pervase dalla voglia di dimostrare ai precedenti allenatori e dirigenti la propria perizia.

Dopo questo preambolo, inizia un match godibile che avrebbe meritato un palazzetto pieno di pubblico.
Inizio del primo set infatti risulta punto a punto con ottimi scambi sino al  12-11 quando una maggiore concentrazione in difesa delle #cerbiatte azzurre (soprannome a cui il cronista è ancora affezionato) induce le biancorosse di casa e forzare e sbagliare una serie di attacchi che portano le ragazze ad un allungo risultato poi decisivo e mantenuto sino alla fine.
Canovaccio assolutamente identico nel secondo set nonostante una robusta serie di cambi nel sestetto di casa con il lupo che manteneva il vizio durante la fase centrale del set, con un vantaggio questa volta propiziato da attacchi precisi delle nostre ali e mantenuto senza ansie.
Il terzo set iniziava con un sestetto biancazzurro un po’ votato all’autolesionismo ma il 1-5 iniziale non scuoteva la fiducia riposta da Farida nelle sue atlete. Rimontando punto su punto si arrivava ad un 19-18 che lasciava presagire un finale di set combattuto. Era invece una felice rotazione in battuta del nostro schiacciatore ex biancorosso che metteva tutta la sua convinzione nei servizi trasformandoli in attacchi vincenti dai 9 metri.
Come Villareal e Chelsea, partite da “underdog” sfavorite alla vigilia, le nostre #cerbiatte-#aquile hanno fatto valere la propria forza sul campo.

LA SUGGESTIONE: “Killer Queen”-  (Queen / covered by 5 Seconds of Summer)

Ufficio stampa Kolbe – divisione Volley / Luca Cavalli – Media by P.Cigagna – G.Mara
No Comments

Post A Comment